Categorie
Arte Curiosità varie Geopolitica Libri Politica Società Storia

Il cane a sei zampe dell’Eni

Il cane a sei zampe fu ideato nel 1952 dall’artista Luigi Broggini e fu scelto da una giuria di importanti giornalisti, artisti e grafici di quegli anni. Tra gli altri c’erano Gio Ponti, Mario Sironi e Mino Maccari. Nel 1952 fu scelto come logo dell’Agip e dopo il 1953 divenne il marchio di riconoscimento dell’allora appena nata Eni. La scelta di creare un marchio per l’Agip fu del suo presidente, Enrico Mattei, deus ex machina dell’intero comparto energetico italiano di allora.

C098CBA8-7789-462B-9CC1-0E3984FBD531_1_201_aSono state fatte molte congetture sul vero significato del cane a sei zampe e forse quella più vicina alla realtà è stata fatta dalla stessa Eni. Infatti l’Eni rivelò che le sei zampe rappresentavano le quattro ruote della macchina e le due gambe del guidatore. Vero o meno non lo sapremo mai, ma il marchio è diventato il riconoscibilissimo simbolo dell’Eni in Italia e nel mondo. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...