Hannah Arendt – La lingua materna

Hannah Arendt non si sentiva una filosofa, ma una teorica studiosa di politica. Invece  credo, come Günter Gaus che la intervistava in televisione, che lei fu una grande filosofa e studiosa di politica. La banalità del male e soprattutto Le origini del totalitarismo (oltre a Vita activa, ecc.) sono opere, seppur scomode a qualcuno per il contenuto, di una grande studiosa e filosofa.

Il libro contiene la conversazione televisiva rilasciata dalla Arendt a Günter Gaus nel 1964 e il suo intervento nella conferenza Concern with Politics in Recent European Philosophical Thought del 1954. I temi trattati dalla filosofa vanno dal nichilismo moderno europeo, in cui alcuni filosofi vedono le difficoltà del mondo attuale, alla rivoluzione, vista da alcuni come paragonabile alla vita eterna e di conseguenza chi la fa viene salvato; al disgusto verso l’esistenza, che può scomparire quando l’individuo, attraverso il proprio impegno, decida di divenire quello che sceglie di essere, all’emancipazione femminile, in cui la Arendt, andando contro corrente rispetto ai suoi tempi e ai nostri, diceva:

ho sempre pensato che esistano delle attività determinate che non si addicono alle donne, che non vanno bene per loro […] Che una donna dia degli ordini non mi sembra una cosa opportuna. Le donne devono evitare di trovarsi in tale posizione, se vogliono mantenere le loro qualità femminili. 

Degli intellettuali amici degli anni Trenta, al tempo della presa del potere da parte di Adolf Hitler, vivida restava in lei il ricordo della facilità con cui si allinearono al nuovo regime:

io vivevo in un ‘milieu’ di intellettuali, ma conoscevo anche altre persone, e potevo constatare che tra gli intellettuali allinearsi era la regola, mentre non avveniva in altri ambienti. E non l’ho mai dimenticato […] Mai più mi farò toccare dalle storie degli intellettuali! 

Il resto leggetelo voi.

 

Arendt, Hannah, La lingua materna, Udine-Milano, Mimesis, 2019, pp. 112.

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Filosofia, Libri, Politica, Società, Storia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...