Dieci marzo

Scompaiono pretese di pace,

In rivolta è il mare

E non trova chi vuole

Consolare.

Tumulto urla il mio cuore

Contro il plumbeo cielo

Che non si riflette

Su questo mare.

La mia anima

Non si specchia,

È scomparsa

Nel tritolo fulgido

Della canea di piazza.

Il nero mare si eclissa

Alla città che lo guardava:

È velato

E non ricorda

Di quando amava.

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...