Categorie
Politica Storia

L’imperatore Claudio e l’idiozia

Essere presi per scemi tutto sommato non è un gran male. Claudio, non ancora imperatore, si salvò per questo. Deriso, sbeffeggiato in quanto zoppo, considerato stupido, brutto, sgradevole, balbuziente, ritenuto addirittura dalla propria madre una sciagura, eppure – proprio lui – divenne imperatore. Caligola, nella sua follia, quasi certamente dovuta alla sifilide, uccise la maggior parte degli uomini che gli stavano attorno, ma suo zio, Claudio, lo ritenne completamente idiota e innocuo perché potesse considerarlo un pericolo.

Tuttavia Claudio fu tutto meno che idiota. Nella gestione del potere si fece aiutare dai liberti più preparati, abbassò le tasse al ceto medio, conquistò la Britannia (il primo romano dopo Cesare a tentare l’impresa) e soprattutto scrisse una “Storia degli Etruschi” in 20 volumi. Purtroppo l’opera non ci è pervenuta. Se ci fosse arrivata avremmo potuto scoprire e approfondire molti aspetti di quel popolo nobile, raffinato, religioso e misterioso da cui così tanto appresero i romani.

Claudio terminò la sua vita avvelenato dalla moglie Agrippina, madre di Nerone, ma questa è un’altra storia.

Categorie
Poesia

Bisbiglio

I ricordi mi cullano teneramente

E uno stato di serenità mi avvolge.

Bisbiglio alcune parole

Che nessuno ode,

Invento situazioni

Che nessuno immagina,

Leggo dei libri

Che nessuno sogna.

Categorie
Poesia

Non sarà ricordato

Il vento rugge,
I lupi ululano,
Il mare è in burrasca,
La luna è oscurata,
La strada è buia;
Ma non farti travolgere dalla paura,
Dall’ansia, dal dolore, perché tutto
Passerà e anche l’orrore
Non sarà ricordato.