Gli stucchi di Giacomo Serpotta in Santa Cita a Palermo

Due settimane fa ho avuto la fortuna di visitare gli splendidi stucchi di Giacomo Serpotta (1656 – 1732), considerato il più grande stuccatore d’Europa, nell’Oratorio del Rosario in Santa Cita a Palermo. Questi stucchi, che a prima vista sembrano marmi – in quanto il Serpotta aggiungeva alla fine dell’opera della polvere di marmo, soprattutto per dare un ottimo grado di lucentezza all’insieme – in realtà è stucco, composto di calce e gesso. Si usava lo stucco perché costava molto meno rispetto al marmo.

Posso consigliare anche la visita alla Chiesa di San Francesco, in cui vi sono delle opere della famiglia Serpotta, poiché il padre e il nonno erano degli artisti, e all’attiguo Oratorio di San Lorenzo (1570). Nell’Oratorio di San Lorenzo vi era conservato il dipinto della Natività di Caravaggio, commissionata probabilmente nel 1609 durante il suo soggiorno palermitano. Purtroppo il dipinto è stato trafugato nel 1969 e mai più ritrovato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Arte, Curiosità varie e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Gli stucchi di Giacomo Serpotta in Santa Cita a Palermo

  1. Pingback: Gli stucchi di Giacomo Serpotta | Aurora Iblea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...