Categorie
Poesia Storia

Ai morti della Grande Guerra

E in ricordo anche di un mio bisnonno che quella guerra l’ha combattuta. In questo giorno, cento anni fa, scoppiava la Grande Guerra.

I morti continuano a vivere nel ricordo dei vivi,

E finché si ricordano non moriranno mai.

Categorie
Società Storia

Il Silenzio – Paolo Fresu

Ieri c’è stato il concerto di Paolo Fresu e Daniele Bonaventura a Folgaria, in provincia di Trento, in ricordo dell’ultimo giorno di pace prima dello scoppio della Grande Guerra.

Categorie
Poesia

Putin ovvero l’incarnazione del male

Putin è un criminale:
È l’incarnazione del male,
Putin è come un asino
E ottuso come un assassino,
Putin odia il suo popolo,
E coloro che lo popolano,
Putin è l’incarnazione di Satana,
E Obama lo attacca con la geopolitica sana.

Putin deve scomparire e la Russia con lui,
L’Occidente decadente
Deve dettare legge senza di lui.

L’Occidente decadente
Un altro Elstin sogna al potere,
Ubriacone e senza ardente.

Un altro Elstin deve dominare,
Muto e servo dell’Occidente,
E vedere la Russia in ginocchio crollare.

Il bene deve trionfare,
E l’Ucraina conquistare.

Non importa con quali mezzi,
Con quanti morti, feriti e dolore immensi,
Al bene tutto è concesso: “Dio riconoscerà i suoi”.

Categorie
Geopolitica Politica Società Storia

Limes – Gli omicidi in Ucraina. Come fermare il massacro nel centro dell’Europa?

Conferenza doppia, dalla Russia e dall’Italia. In collegamento da Roma: Lucio Caracciolo, Sergey Startsev, Giulietto Chiesa e Maurizio Torrealta.

Categorie
Economia Geopolitica Politica Società

Non siamo un land, di Giorgio Ruffolo e Stefano Sylos Labini (e un altro articolo di Romano Prodi)

Articolo di Giorgio Ruffolo e Stefano Sylos Labini pubblicato su “Repubblica”! Potete leggerlo qui.

“L’Italia, che è il terzo azionista con il 17,9%, ha versato 11,4 miliardi e nel 2014 saranno 14,3. I soldi dell’Esm vengono investiti prevalentemente in titoli di Stato tedeschi che hanno il rating più alto. Ciò contribuisce a ridurre i tassi sui Bund e su tutto il sistema finanziario in Germania e ad allargare lo spread e lo svantaggio competitivo delle imprese in Italia. Di fatto i Paesi deboli del Sud Europa stanno sussidiando la ricca Germania”.

Anche Romano Prodi dà segni di vitalità, finalmente! Qui l’articolo.