Il tetto cede

Caro fratello, non vedi?

Il tetto cede, sta cedendo,

E noi cosa facciamo qui?

Il tetto cede, sta cedendo,

Perché non scappiamo?

Vieni, rifugiamoci nella profondità del cuore,

Dell’amore perso e raffreddato,

Dell’affetto cercato e quasi mai trovato,

Dall’inquietudini ansiose del vivere.

Caro fratello, non vedi?

Il tetto cede e le pareti sono in fiamme,

Per questo diffida del cinismo degli intellettuali,

Dell’amaro richiamo della carne e del sangue,

La solitudine ha fame di nuove e fresche vittime,

Dell’amore scomparso nei visi pallidi e pieni di sofisticata vanità.

Alla malora la vanità e i suoi templi!

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...