Carmine Schiavone e la Terra dei Fuochi

Le dichiarazioni del pentito dei Casalesi Carmine Schiavone, affiliato alla mafia, sono dure e spaventose da accettare. Nello speciale diretto da Sandro Ruotolo trasmesso qualche settimana fa, Schiavone fa delle dichiarazioni molto compromettenti rivelando l’intreccio che da sempre esiste in quelle terre tra camorra/mafia, politica, settore imprenditoriale, magistratura e forze dell’ordine. Arriva a citare il nome di Paolo Berlusconi (così come Giorgio Napolitano, all’epoca ministro dell’Interno) nell’intreccio tra imprenditori-politici da una parte e casalesi nei rifiuti versati tra la provincia di Caserta e Napoli. Eppure quasi nessuno si è scandalizzato. Lo stesso Ruotolo si è perso in domande banali e scontate invece di farlo parlare. Le due signore presenti nello studio non sono state da meno e invece di assumersi almeno una parte delle responsabilità che competono alla popolazione locale che per anni ha visto tutto ma ha fatto finta di niente, come giustamente faceva notare Schiavone, hanno continuato a richiedere delle inutili scuse pubbliche da parte del pentito. Scuse, tra l’altro, più volte espresse dallo stesso Schiavone. E’ chiaro che la criminalità organizzata ha le maggiori responsabilità nella distruzione del proprio territorio, ma anche i cittadini normali, per la maggior parte silenti, hanno le loro. In pochi si sono ribellati e uno di questi, il vigile urbano di Acerra, Michele Liguori, è morto proprio questa mattina, dopo essersi ammalato stando a stretto contatto con i territori devastati dai rifiuti tossici: qui.

Finché non ci sarà una catarsi collettiva nelle zone colpite difficilmente si miglioreranno le cose, perché la colpa non è sempre degli altri, per quanto sia facile e liberatorio pensarlo, bensì è anche nostra. Adesso la Campania è diventata una delle regioni più colpite in Europa per numero di casi di tumore. Le persone si ammalano con più frequenza, e così vale per i bambini i quali sono i più fragili ed esposti alle malattie tumorali. Una piccola Apocalisse sta avvenendo sotto i nostri occhi e la cosa peggiore è avere il sentore che le cose possano peggiorare. Infatti i 600 milioni di euro stanziati per bonificare l’area, oltre a non essere per nulla sufficienti, saranno con ogni probabilità spartiti tra gli stessi che hanno creato il disastro e la classe politica. Aprire dei buchi smisurati dove sono stati versati migliaia di tonnellate di rifiuti tossici richiede una competenza della materia e dei costi enormi. La situazione è molto grave e con la classe dirigente che abbiamo e con la corruzione dilagante ad ogni livello e grado non so chi possa risolverla.

L’ultima intervista video di Carmine Schiavone all’emittente locale di Lunaset, intervistato dalla giornalista Francesca Nardi.

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Economia, Geopolitica, Società, Storia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...