Contro Satana – Padre Matteo La Grua (intervistato da Roberta Ruscica)

La mia lotta per vincere le potenze delle tenebre

Premetto che non sono religioso né cattolico, ma questo libro intervista all’esorcista siciliano Matteo La Grua mi ha comunque colpito. Io non so se i fatti narrati nel libro siano riconducibili a reali possessioni diaboliche, ma di certo non mi sento di escludere a priori che oltre alla materia ci sia qualcos’altro, sia di giusto che di maligno.

L’intervista è stata condotta dalla giornalista milanese Roberta Ruscica e terminata pochi giorni prima che padre La Grua morisse: nel gennaio del 2012. L’esorcista cita molti casi di possessione con cui si è dovuto confrontare, spesso restandone spossato dal punto di vista fisico e mentale, in persone a volte insospettabili, perché il maligno si insinua in ogni crepa e debolezza umane. Secondo padre La Grua il demonio fa presa attraverso il denaro, il sesso, il successo, la politica e tutto ciò che circonda l’uomo di orgoglio e prepotenza. Da lui, nel corso dei moltissimi anni in cui ha fatto esorcismi, si sono presentate persone di tutti i ceti sociali: nobili, politici, magistrati, giornalisti, artigiani, impiegati, operai, contadini e imprenditori. Satana non fa distinzioni di ceto o ricchezza, ma ogni persona è una potenziale vittima da distruggere e soggiogare. Il padre siciliano è riuscito ad aiutare migliaia di persone grazie alla preghiera e al parlare in lingue, che è un carisma emanato dallo Spirito Santo. In un’occasione è persino riuscito a parlare con un demone fuoriuscito da una vittima dopo un esorcismo, e che non aveva nessuna intenzione di abbandonare la stanza. L’esorcista una volta sentita la sua presenza gli ha chiesto: Chi sei tu? e il demone gli ha risposto: Sono nessuno… Ho perduto il mio nome. Detto ciò la presenza demoniaca è scomparsa ma il padre è rimasto allibito e privo di forze. La Grua mette in guardia le tante persone che si rivolgono a maghi, medium, spiritisti e quant’altro perché sono tutte espressioni sataniche mascherate da spiriti dei defunti. Lo stesso vale per la magia bianca, scambiata da alcuni per emanazioni divine, ma invece è da ricondurre all’opera del maligno: è solo una menzogna diabolica. La Grua, verso la fine del libro, si dice preoccupato dal numero enorme di politici privi di moralità e ideali per il bene comune, perché è un terreno in cui Satana (colui che divide) spadroneggia. Montecitorio e la politica tutta sono sotto l’influsso demoniaco, mai così forte come oggi.

L’esorcista siciliano è il primo ad ammettere che molte presunte possessioni in realtà non sono tali, anche se Satana è capace di fare ammalare una persona e ha il potere di peggiorare o incidere nella malattia. Il suo è un richiamo continuo a Dio e a Gesù, alla preghiera e alla conversione, al ripudiare la schiavitù della carne, del denaro e del successo. Da questo punto di vista è molto istruttivo.

Padre Matteo La Grua è morto il 15 gennaio 2012 all’età di 97 anni.

Padre Matteo La Grua (intervistato da Roberta Ruscica), Contro Satana, Piemme, e-book (2013)

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Libri e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...