Generazione porno

Considerando le follie di questi giorni – tra l’esternazioni sempre più incomprensibili della presidente della Camera Laura Boldrini e l’attacco indiscriminato contro Guido Barilla, per delle opinioni sacrosante sulla famiglia – ho la netta sensazione che qualcosa di molto grave stia capitando alla nostra società. Non ho mai vissuto un periodo così estremista e conflittuale portato avanti da una parte del potere: caso Berlusconi, femminismo radicale ed estremismo omosessuale. Allora mi è sorto un dubbio: non sarà che quello che stiamo vivendo non sia un risultato diretto di trent’anni di pornografia televisiva prima e adesso completamente libera su internet? È possibile che la pornografia, ormai sdoganata a qualsiasi livello e ceto sociale, sia arrivata a farci considerare qualsiasi atteggiamento sessuale come normale e giusto? Mi spiego: non voglio qui fare il moralista o dare giudizi in merito, ma pensando alla mia esperienza personale ricordo che la prima scena di amore tra donne l’ho vista in un film porno. Credo che sia così per la maggior parte degli uomini. Quindi, la pornografia ci ha abituati a vedere delle azioni sessuali, anche estreme, come del tutto normali. Sappiamo, anche dal punto scientifico, che quando una persona è soggetta a vedere spesso sia scene di sesso sia scene violente con il passare del tempo le sue difese morali ed etiche vengono meno. Le sue difese non saranno più capaci di reagire. Credo che il fenomeno venga chiamato desensibilizzazione. Le persone sotto i 40 anni hanno vissuto appieno l’epopea della liberazione dei costumi in tv, a partire da Drive In, dei primi anni Ottanta, per passare a Colpo Grosso fino ad arrivare alla pubblicità di pornografia nelle ore notturne nelle emittenti regionali e private. Con l’avvento di internet la situazione è peggiorata in maniera preoccupante e spaventosa. Adesso chiunque, anche un bambino, può visualizzare quello che vuole a qualsiasi ora del giorno. La moralità comune è scomparsa quasi del tutto e il verbo relativista è onnipresente. Anche le ultime dichiarazioni di Richard Dawkins a favore della pedofilia dolce fanno molto pensare. Non mi stupirei affatto se venisse avanzata qualche proposta di legge a favore della pedofilia, dell’incesto e della zoofilia. Ahimè, le persone che ci governano e che oggi stanno molto in alto hanno perso qualsiasi valore morale di riferimento abbracciando in toto ogni rivendicazione radicale. Da qui il titolo dell’articolo: generazione porno.

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Curiosità varie, Politica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...