Strategie gay e promiscuità omosessuale (due articoli ripresi da internet)

Credo che gli omosessuali non vadano discriminati, ma nemmeno aiutati a portare avanti politiche false e concetti radicali che tutta la società rischia di pagare ad altissimo prezzo dal punto di vista sociale e culturale. Due adulti consenzienti hanno il diritto di frequentarsi ma non hanno il diritto di imporre il loro punto di vista a tutti gli altri. Con questa norma anti omofobia, che mi auguro venga bocciata in Senato, si vuole zittire e proibire qualsiasi critica alle richieste estreme di alcuni movimenti gay (infatti molti omosessuali sono contrari sia alla legge che ai matrimoni e alle adozioni) oltre a porre gli omosessuali in quanto tali al di sopra di tutti gli altri cittadini. Una palese norma incostituzionale e discriminatoria. Questo è il primo passo verso la legalizzazione dei matrimoni e delle adozioni omosessuali. Dobbiamo per forza seguire il cattivo esempio francese e inglese. Fatta questa premessa, andiamo avanti con l’articolo.

Mi hanno consigliato di leggere un articolo interessante sulla questione gay, a nome di Giovanni Vassallo. Non voglio commentarlo ma semplicemente condividerlo. Farò solo una piccola presentazione. In questo articolo si analizza il lavoro di due intellettuali omosessuali Marshall Kirk e Hunter Madsench, che nel 1989 scrissero un Manifesto gay dal titolo After the ball. Un vero e proprio manuale, per scardinare le ultime resistenze contro il mondo gay. In questa opera sono presentate le tecniche da usare per desensibilizzare la società verso gli omosessuali. Primo, inondare di messaggi omosessuali la società; secondo, colpire, facendoli apparire bigotti e razzisti, chiunque osi criticare gli omosessuali; terzo, zittire gli oppositori e avvicinare sempre di più i simpatizzanti. Qui l’articolo.

Un altro articolo – con moltissimi riferimenti di studi condotti negli Stati Uniti – indaga invece la violenza, l’uso di droghe e la promiscuità sessuale nelle coppie omosessuali. L’articolo si intitola Promiscuità, droghe e violenza nel mondo omosessuale, a nome di Starsandbars/Vandeaitaliana (purtroppo non sono riuscito a trovare il vero nome). Anche qui, per farla breve, si scopre che la fedeltà nelle coppie omosessuali è quasi del tutto inesistente (si attesta al 2,7%), che il rapporto omosessuale maschile proprio per la sua natura anale è ad alto rischio di malattie veneree e di disturbi rettali molto gravi, come il prolasso anale e che la violenza all’interno delle coppie dello stesso sesso è rilevante. Lo stesso uso di droghe e l’incidenza dell’alto numero di suicidi (o tentati) tra gli omosessuali nulla hanno a che vedere con l’omofobia o con comportamenti ostili nei loro confronti. Ridurre se stessi a meri pezzi di carne, a puro piacere sessuale, ha le sue ricadute dal punto di vista affettivo e psicologico. (Ci sarà un motivo se molte donne e alcuni uomini del mondo porno si sono suicidati). Qui l’articolo.

 

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Politica, Società e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...