La legge anti “omofobia” è l’urgenza dell’Italia…

L’umanità, e specialmente i politici, sono tanto insensati che il suicidio dell’umanità non è impossibile.

Jorge Luis Borges

Ci sarebbe da ridere se non fosse tutto vero. L’Italia scivola nei rivoli acquitrinosi greci e nel nostro Parlamento si sta perdendo tempo per discutere della legge anti omofobia. Una norma molto attesa, molto urgente e molto delicata dichiara il parlamentare del Pd Ivan Scalfarotto, completamente avulso dalla realtà italiana e gay dichiarato. Affermare un’assurdità del genere, quando l’intero Paese soffre di una recessione senza precedenti, in cui quotidianamente migliaia di persone perdono il posto di lavoro e disperate e indebitate si suicidano, significa insultare l’intelligenza e la sensibilità di milioni di persone. L’ideologia gay, alleata a doppio filo con il movimento femminista, sta demolendo gli ultimi residui di valori familiari e morali. Il disastro è sotto gli occhi di ognuno di noi.

Non riesco più a commentare le bestialità di questo governo: un giorno la Kyenge che pretende la cittadinanza italiana a tutti i clandestini, un altro in cui parla a vanvera di genitore 1 e genitore 2 (complimenti al comune di Bologna per avere preso seriamente in considerazione l’eliminazione della dicitura padre e madre dalle iscrizioni scolastiche: per la serie la madre degli imbecilli è sempre incinta); Laura Boldrini che non perde mai occasione di stare zitta e di fare il suo lavoro in maniera dignitosa e seria: una volta vuole regalare la casa a tutti gli immigrati, in un’altra occasione il problema nazionale è il femminicidio e la violenza maschile in tutte le sue forme; poi ci manca Silvio Berlusconi, di cui ormai si discute ogni giorno in qualsiasi occasione: i problemi personali di una sola persona hanno bloccato l’intero Paese; e adesso Ivan Scalfarotto con la sua crociata pro gay: il grave e significativo problema dell’Italia è fare approvare una legge a protezione (dei già protetti in quanto cittadini italiani) della minoranza gay dall’odio degli eterosessuali. Potrei andare avanti ancora per molto, ma per decenza mi fermo qui.

Io mi chiedo cosa sia successo al centro-sinistra, che io ho votato parecchie volte in passato ma che non intendo più fare in futuro, per slegarsi e rendersi completamente impermeabile ai problemi delle persone comuni, anzi, andando addirittura contro gli interessi dei propri cittadini per difendere varie minoranze sessuali, etniche e religiose. Lo slogan del Pd potrebbe essere questo: La minoranza è tutto. Chi non appartiene a qualche tipo di suddetta categoria non è meritevole di attenzioni, neppur minime. Mi chiedo, inoltre, che fine abbiano fatto gli intellettuali, seri, non certo radical-chic. Come mai non si alza un grido di indignazione verso la parabola decadente e priva di contenuti in cui sta scivolando a grandi balzi l’intero Occidente, con l’Italia nelle prime posizioni?

Non riuscire a risolvere la problematica economica in cui siamo piombati non dà il diritto a questi signori di demolire l’intera struttura civile e sociale in cui siamo vissuti per secoli. Non gli dà diritto di stravolgere qualsiasi dato naturale a favore di piccole, se non piccolissime, ma molto potenti lobby, a discapito della maggioranza. Un gruppo di parlamentari che nessuno ha eletto non può avere alcun mandato su questioni così importanti e delicate. E anche se fosse stato eletto, non avrebbe comunque il diritto di buttare nel macero millenni di civiltà occidentale. La cosa ancora più sconvolgente è che il Pdl sta appoggiando e facendo passare qualsiasi cosa pur di salvare il proprio capo.

Se mai venisse approvata, gli omosessuali verrebbero posti al di sopra degli altri cittadini in quanto tali. E poi in cosa consisterebbe la legge anti omofobia? Cosa significa omofobia? Chi può valutare i vari gradi di una giusta critica all’offesa vera e propria? Ci sarebbe un’aggravante? Non si potrebbe più essere in disaccordo con il matrimonio e l’adozione gay? Non si potrebbe più dire liberamente ciò che si pensa delle coppie omosessuali? Insultare un omosessuale sarebbe più grave che insultare un anziano, un bambino o un uomo qualunque? Allora chiunque potrebbe dichiararsi omosessuale per punire in modo più drastico una persona offensiva. L’aberrazione di siffatta legge è dietro l’angolo.

Dietro la legge anti omofobia e anti femminicidio in realtà si vuole nascondere altro. Il vero intento, a mio parere, è quello di attaccare e distruggere l’identità maschile, come ho già scritto in altri articoli. Lo scopo ultimo è quello di indebolire ulteriormente il ruolo del marito, del padre, della figura forte e necessaria dell’uomo. Si vogliono uomini o sottomessi al volere insindacabile delle donne o altrimenti effeminati e innocui, quindi possibilmente gay. Uomini senza spina dorsale, istupiditi da 50 anni di propaganda femminista e omosessuale. Uomini perennemente in colpa per responsabilità di qualche violento. La Convenzione di Istanbul, che tutto il Parlamento ha votato unanime (complimenti a Grillo e al M5s), va proprio a colpire i padri. Se la Convenzione venisse approvata anche negli altri Paesi europei entrerebbe in funzione e per gli uomini europei sarebbe l’inizio di un incubo. Sarebbero completamente in balia delle ex mogli, che con qualsiasi scusa potrebbero sottrargli i figli, la casa e qualsiasi altro bene materiale. Già oggi molti padri sono costretti a vivere in mezzo alla strada a causa di leggi ingiuste e completamente schiacciate dalla parte delle donne.

Mi aspetterei da parte della nostra classe dirigente maggiore serietà e priorità precise e giuste per la nostra pesantissima situazione economica. Che la smettano di creare urgenze fasulle e ridicole per distogliere l’attenzione dalla loro incapacità e per avere il plauso da parte di qualche lobby ricca e influente. Omofobia, femminicidio, clandestini, genitore e l’altro genitore (faccio fatica a credere che sto scrivendo cose davvero avvenute nel dibattito politico; no, non è un romanzo di Philip K. Dick…) sono assurdità radicali che indeboliscono e spaccano ulteriormente il Paese.

Basta, non se ne può più!

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Curiosità varie, Politica, Società e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...