Cancri aumentati in Campania tra il 60 e il 300% negli ultimi cinque anni

Tra l’indifferenza della politica, dei giornalisti e dei media tutti, in Campania i malati di cancro sono aumentati fino al 300%, secondo gli ultimi dati forniti dalle Asl campane. Negli ultimi 30 anni la camorra ha scaricato tra le province di Napoli e Caserta (a cui andrebbe aggiunta anche la provincia di Latina, dopo le ultime dichiarazioni del pentito Carmine Schiavone, ex aderente al clan dei casalesi) tonnellate di rifiuti tossici provenienti dalle regioni del nord Italia, ma anche da Germania e Francia (forse rifiuti nucleari). Leggendo i dati si scopre che nel distretto sanitario di Nola nel periodo 2008-2012 le richieste di esenzione dal ticket per cancro sono aumentate del 70% mentre nei distretti sanitari di Frattamaggiore e Casoria sono triplicati. Clicca qui per l’articolo della blogger Maria Ferdinanda Piva, e qui per l’articolo del Fatto Quotidiano.

La terra dei fuochi – questo è il triste nome dato alle province di Caserta e Napoli – è talmente imperniata di veleni e scorie tossiche di ogni tipo che il solo viverci assoggetta le persone a un altissimo rischio futuro di ammalarsi di tumori. Un altro problema che riguarda la sanità nazionale, e non solo, è che in quei terreni vengono coltivate molte tipologie di verdura e frutta vendute in tutta Italia e in Paesi esteri. Prodotti che finiscono tranquillamente nel mercato nazionale e internazionale. E’ inutile sottolineare che i prodotti sono altamente cancerogeni e tossici per la salute umana. Lo stesso vale per gli animali che a volte vengono fatti liberamente pascolare in terreni sopra le discariche abusive e pseudo legali. La stessa acqua, usata per annaffiare le piante in molte zone, è ormai inquinata, avendo il percolato dei rifiuti tossici raggiunto le falde acquifere. Non c’è da stupirsi, quindi, che nella zona i casi di tumore siano aumentati anche del 300%. Qui l’altro articolo di Piva.

Il lassismo e la contiguità della nostra classe politica con le organizzazioni camorristiche, che hanno compiuto questo scempio, è talmente lampante e criminale che l’indignazione non basta più. Oggi apprendiamo molte notizie grazie al lavoro di blogger e cittadini privati stanchi della mancanza di informazioni e di interesse da parte della stragrande maggioranza dei quotidiani e tv nazionali verso le vere e urgenti problematiche dei cittadini. In qualsiasi altro Paese dell’Europa occidentale questo problema sarebbe stato all’ordine del giorno, un fatto scandaloso e senza precedenti (quale razza di uomini può mettere a repentaglio la vita dei propri cari per fare profitto?). Ci sarebbero stati dei piani seri di bonifiche delle aree inquinate e molti politici e amministratori locali, collusi con la camorra, sarebbero stati da tempo condannati e rinchiusi in carcere. Da noi, invece, niente di tutto questo. Continuiamo a lasciare che le persone si ammalino di cancro e permettiamo ai criminali di compiere scempi inauditi contro il bene comune e l’ambiente. In poche parole stiamo danneggiando noi stessi.

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, Politica, Società e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...