Birdwatching in discarica (tratto da Oasis)

Non credevo fosse possibile fare birdwatching in un posto sporco e puzzolente come le discariche, ma dopo avere letto l’articolo di Maurizio Fraissinet (le foto sono di Stanislao Basileo) sull’ultimo numero di Oasis mi sono ricreduto. Ebbene sì, non solo si può fare ma si possono vedere tante specie ornitologiche: dai classici gabbiani, comuni e reali, ai rapaci, nibbi e gheppi. Non mancano corvi imperiali, cornacchie grigie, gazze, naturalmente piccioni e sono stati avvistati aironi, cicogne, ibis sacro, storni, passerotti ecc. Negli ultimi decenni molti volatili hanno imparato a frequentare le discariche dove possono trovare cibo senza alcuno sforzo. Il luogo di per sé non ha nulla di naturale e benefico, neanche per gli stessi uccelli che si nutrono dei nostri avanzi. A tutt’oggi non sono ancora stati fatti degli studi approfonditi sull’impatto che le discariche hanno sulle specie ornitologiche. La qualità del cibo è pessima; batteri e parassiti abbondano. Gli uccelli, diversamente da noi e dagli animali bipedi, non hanno alcun impedimento nell’entrare in discariche vietate e questo sicuramente può avere un impatto negativo sulla salute e la riproduzione delle specie coinvolte.

OASIS, Rivista di cultura ambientale, N° 203/2013

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, Animali, Natura e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...