Racconto di una gatta siberiana adottata

Lelya

Lelya

Lelya: una gatta siberiana

Nella taiga siberiana, nella casa dei miei padri,

I miei antenati correvano liberi nella foresta:

Cacciavano, crescevano i piccoli e portavano avanti la specie,

Nel freddo più intenso e pungente.

Oggi, malinconicamente, sento quel fluire, quella libertà

Affievolita, ma non del tutto rimossa.

Produco balzi incredibili, la mia potenza è intatta:

La mia mutria spaventa le prede;

Amo la solitudine, come i miei avi 

Quando vagavano per la foresta:

Soli, fieri, con passo felpato e nobile.

Tutte queste caratteristiche ho conservato,

E bella, dolce, tenera e intelligente permango

Nel mio contatto con gli umani.

Lelya

Lelya

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Animali, Natura, Poesia e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...