La Batracomiomachia – Anonimo greco (a cura di Bonifacio Palumbo)

La Batracomiomachia, cioè la guerra tra i topi e le rane, è stata attribuita per secoli a Omero. Giacomo Leopardi, che ne fece una traduzione in versi nel 1826 ed è presente in questo e-book, stabilì che l’opera non poteva essere anteriore al III secolo a.C. Gli studiosi ritengono che sia un’opera sicuramente posteriore all’Iliade per i chiari riferimenti dei vari personaggi descritti nel libro e per le allusioni satiriche ad esso.

Bonifacio Palumbo, il curatore dell’opera, riduce e riadatta lo scritto sulla versione poetica di Giacomo Leopardi. Il presente e-book è specialmente adatto ai bambini e agli adolescenti perché coadiuvato da semplici e stupendi disegni, senza peraltro escludere gli adulti da una godibilissima lettura e comprensione. Insomma, è un’opera adatta a tutti.

Qual è il contenuto dell’opera?

E’ la guerra tra i topi e le rane. Un giorno Rubabriciole,  figlio del re dei topi, Rodipane, finì in uno stagno per sfuggire a un gatto. In  questo stagno incontra Gonfiagote, il re delle rane. Dopo una breve presentazione Gonfiagote convince Rubabriciole a visitare la  sua casa. Il topo sale sulle spalle del ranocchio ma nel bel mezzo dello stagno Gonfiagote – spaventato dalla vista di un serpente – abbandona il principe dei topi in mezzo all’acqua rifugiandosi in mezzo ai canneti. E’ inutile dire che il povero topo affoga e muore maledicendo le rane. Un topo testimone, Leccapiatti, che ha visto tutta la scena torna nel regno e racconta quello che è accaduto. Decidono, dopo una riunione sdegnata e rabbiosa, di dichiarare guerra alle rane. Marte, dio della guerra, si presta subito ad aiutare i topi per i preparativi. Per farla breve e per non svelare tutto, Giove interverrà, spedendo dei granchi, per salvare le rane dallo sterminio assicurato.

Leopardi scrisse anche una continuazione dell’opera chiamata Paralipomeni della Batracomiomachia. Il testo, composto tra il 1831 e il 1835, è un poemetto satirico in cui  i granchi incarnano gli austriaci oppressori, mentre i topi rappresentano dei liberali moderati.

Bonifacio Palumbo è morto nel 2004 all’età di 80 anni.

Anonimo greco (a cura di Bonifacio Palumbo), La Batracomiomachia. La guerra dei topi e delle rane, Paula Palumbo (2013), e-book

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Animali, Libri, Poesia, Politica, Storia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...