Mentre l’occupazione europea crolla i matrimoni gay volano

Paradossi della nostra superiore civiltà occidentale. Mentre una consistente parte della popolazione si lecca le ferite a causa del disastro economico europeo, a parte la Germania ancora, una piccola, piccolissima minoranza festeggia l’uguaglianza matrimoniale di fronte alla legge.

La Spagna ha raggiunto il 27% di disoccupazione, la Francia l’11,5%, un record da quando si registrano i dati. La Francia ha persino aumentato la percentuale di coloro che hanno perso il lavoro dell’11% in più rispetto al marzo 2012. L’Italia è al 12%, senza considerare tutti i contratti atipici.

http://www.repubblica.it/economia/2013/04/25/news/borsa_25_aprile-57415382/?ref=HREC1-2

E Hollande cosa pensa di fare? L’azione più consona e importante per combattere la disoccupazione: approvare i matrimoni e le adozioni gay. Nulla di più logico e sensato. Una minoranza esulta in piazza, con l’odierna sinistra che di sinistra non ha più nulla. La sinistra dei diritti, come vengono chiamati, in cui si confondono diritti lavorativi, sessuali, femministi ecc. Di tutto e di più. L’importante è creare confusione, confondere i piani e le priorità, in modo che si possa tranquillamente ribaltare qualsiasi cosa a proprio vantaggio. Idee liberali di una certa borghesia americana come il femminismo, a cui si accoda il movimento omosessuale, sono diventate patrimonio della sinistra degli ultimi 30 anni circa, o forse più. Poi ci si stupisce che i partiti di sinistra continuano a perdere voti, trasformati oramai in gruppi di borghesi radical chic, completamente avulsi dai problemi reali delle persone comuni. Quello che sta succedendo in Francia con Hollande è riconducibile proprio a questo iter mentale. Si preferisce dividere e disunire una Nazione, per la gioia di pochi ma evidentemente influenti cittadini, invece di occuparsi con premura e dedizione dei gravissimi problemi sociali ed economici. Sebbene la casa bruci, si preferisce gaiamente passeggiare, come se nulla fosse. Danno il contentino all’opinione pubblica schierata. Che bello, viviamo in democrazia, così continuano a ripetersi i soloni imbiancati d’élite. Ricordo ancora il Viva Zapatero! di Sabina Guzzanti…

In Italia abbiamo appena vissuto l’isteria Stefano Rodotà, un giurista favorevole al matrimonio gay, all’eutanasia e, delirio di onnipotenza, schierato contro il diritto dei medici all’obiezione di coscienza per quanto riguarda l’aborto. Secondo Rodotà i medici non hanno il diritto di obiezione in quanto l’aborto è una legge dello Stato. Di conseguenza neanche gli obiettori di coscienza chiamati nell’esercito, quando questo era ancora obbligatorio, non potevano usufruire del loro diritto a non portare le armi. Quindi anche i medici nazisti che praticavano l’eutanasia sui minorati mentali, considerati Untermensch (sub-umani), avevano tutto il diritto di farlo, con buona pace di Marco Paolini. A Rodotà non passa neanche per un secondo il dubbio che se l’80 degli anestesisti e oltre il 70% dei medici sono obiettori un motivo valido sicuramente ci sarà, cosa che il giurista ignora o fa finta di ignorare totalmente. Una legge dello Stato non è sempre giusta o condivisibile, non può chiedere a un cittadino di sopprimere una vita, anche se non pienamente sviluppata, ma sempre di vita si tratta. Se un giurista insigne sproloquia in questo modo (per fortuna si dichiara di sinistra, altrimenti avrebbe rischiato di essere considerato un radicale di destra dei tempi bui) non dobbiamo stupirci di quello che è accaduto nella Germania nazista. Il ragionamento di fondo è lo stesso.

http://temi.repubblica.it/micromega-online/legge-194-rodota-aboliamo-lobiezione/

Per fortuna non è stato eletto presidente. Avrebbe diviso e spaccato ulteriormente l’Italia. Purtroppo quando queste idee decadenti, che passano per moderne, prendono il sopravvento sulla ragione e la saggezza, è la fine. La fine della civiltà.

Ci sarà una relazione tra il tracollo economico e il declino morale ed etico vigente?

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Politica, Società e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...