Gitanjali – Rabindranath Tagore

[5]

˜

Chiedo la grazia di sedere accanto a te

un solo momento.

Finirò più tardi

il lavoro che ho intrapreso.

˜

Lontano dalla vista del tuo volto

il mio cuore non conosce riposo né sollievo

e il mio lavoro diviene una fatica senza fine

in un mare sconfinato di fatiche.

˜

E’ giunta l’estate oggi alla mia finestra

con i suoi sospiri e sussurri

e le api cantano le loro canzoni

come menestrelli

alla corte del boschetto in fiore.

˜

Ora è tempo che io sieda accanto a te

faccia a faccia

a cantare ed esaltare la vita

in questa quiete silenziosa e diffusa.

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...