Alla donna russa – Michail Isakovskij

Come narrare

l’epoca da te vissuta!

Il fardello portato

dalle muliebri spalle tue!

Un mattino ti dissero addio

il marito, il fratello e il figlio,

e sola ti lasciarono

al tuo destino.

Col grano non raccolto nei campi

andasti incontro alla guerra…

Completamente sola

a pensare a tutto,

sola a casa e nel campo.

Sola a piangere e cantare.

Celando il tuo dolore

seguitavi la dura fatica,

l’intero fronte, dai campi al mare,

col tuo pane, donna, nutristi…

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...