I tecnici delle caste – Carmine Gazzanni

E’ credibile una persona come Monti che promette di abbassare le tasse dopo averle

English: Logo of The Goldman Sachs Group, Inc....

Logo of The Goldman Sachs Group, Inc. 

alzate ai massimi storici? Lui continua ad affermare di essere stato equo nella distribuzione delle tasse, è davvero così? Questo e-book, tra l’altro scaricabile gratuitamente, fa le pulci ai 13 mesi di governo Monti, ricavandone un quadro deprimente e fosco, sotto tutti i punti di vista. L’autore non risparmia critiche oltre che al Pdl anche al Pd, responsabile di avere affossato parecchie volte il taglio di alcuni privilegi dei parlamentari e della politica in generale, anche a livello locale.

Dopo una breve biografia di Mario Monti –  studente alla Bocconi e a Yale, insegnante all’università di Trento e Torino, dove entra in contatto con la famiglia Agnelli e la Fiat (nel 1988 entra nel cda del gruppo), rettore della Bocconi nel 1989 oltre ad altri importanti impegni in moltissimi cda – si indaga sui rapporti avvenuti nel passato tra il professore e la politica, sia di destra che di sinistra. Nel 1994 Berlusconi appoggia la sua nomina di commissario al mercato interno a livello europeo e D’Alema, nel 1999, lo chiama per l’incarico di commissario europeo per la concorrenza. Il Primo ministro è stato in rapporti molto stretti con il colosso bancario Goldman Sachs, con Moody’s e anche con la Coca Cola Company. Fa parte tuttora del cda della Commissione Trilaterale e del Club Bilderberg, organizzazione privata fondata da David Rockefeller. Questa, a grandi linee, è la biografia professionale del nostro.

Nel novembre 2011 viene chiamato da Giorgio Napolitano a prendere in mano le redini del Governo dopo i disastri berlusconiani. Sembrava che iniziasse bene, promettendo equità sociale e lotta contro i privilegi e gli evasori. Purtroppo solo a parole. I vitalizi non sono stati toccati: ci costano 140 milioni di euro all’anno. I nostri parlamentari sono i più pagati d’Europa, lo stesso dicasi dei manager pubblici: il capo della polizia, Antonio Manganelli, percepisce uno stipendio di oltre 600 mila euro annui, per fare un paragone, il capo dell’FBI percepisce circa 100 mila euro annui. Non è stato tolto il cumulo di cariche pubbliche, quindi un parlamentare può percepire due o tre stipendi pubblici, in quanto, magari, pensionati come ex deputati regionali e nel frattempo stipendiati parlamentari nazionali, poiché eletti. Per i consiglieri regionali bastano appena due anni e sei mesi (contro i cinque anni a livello nazionale) per ricevere il vitalizio. La Minetti guadagna già oltre 7 mila euro di vitalizio a soli 27 anni, dopo neanche tre anni di deputata. Si apprende, sempre dal libro, che il caro D’Alema, nel 1999, approva un decreto in cui i conti di Palazzo Chigi sono sottratti al controllo della Corte dei Conti. Risultato: le spese sono passate da circa 180 milioni nel 1999 ai quasi 500 milioni di euro nel 2010. Le spese del presidente del Consiglio per le trasferte passano da 460 mila nel 1999 ai 2,5 milioni di euro nel 2000, appena un anno dopo!

Questi sono piccoli esempi del mal governo italiano, ma purtroppo per noi, la lista è lunghissima e deprimente. Gazzanni riporta una miriade di dati che non centrano nulla con l’equità sbandierata ad ogni piè sospinto da Monti e accoliti.

Cosa ha fatto il governo dei professori appoggiato dal Pd, Pdl, Udc ecc., per tagliare questi sprechi vergognosi? Assolutamente nulla. Anzi, hanno colpito le persone più vulnerabili alla crisi, tagliando e mettendo sul lastrico pensionati, lavoratori dipendenti e tutti coloro che hanno sempre pagato le tasse.

Un libro per aprire gli occhi, ma sconsigliato a chi è già depresso, perché a fine lettura appaiono istinti suicidi o assassini, dipende dall’indole caratteriale di chi legge…

Carmine Gazzanni, I tecnici delle caste, Visuality – ebook

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...