Quando la vita di un cane vale più di un bambino

Constato che in questa società altamente civilizzata un cane è di gran lunga più importante e prezioso di un bambino.

Sul caso del neonato abbandonato dalla madre a Roma, in uno squallido cesso del Mc Donald’s, non ho letto nessun giudizio di sorta sul gesto barbarico. Il gesto si ignora completamente: nessun giudizio morale, da parte di nessuno. Anzi, in un altro articolo ci si preoccupa della salute della madre… Qui sotto:

http://roma.repubblica.it/cronaca/2012/12/30/news/il_bimbo_abbandonato_sta_bene_in_tanti_portano_doni_in_ospedale-49669779/

Un altro articolo, ripreso sempre da La Repubblica, è di senso completamente opposto. In questo caso la vittima è un cane. Il tenore dell’articolo è completamente diverso: considerato un pacco indesiderato, destinato a restare nel recinto tra escrementi e rifiuti […]; e ancora: il proprietario di Ettore (il nome del cane) è stato denunciato all’autorità giudiziaria dagli agenti dell’Enpa, dovrà rispondere del reato di abbandono e maltrattamenti di animali […]. Siamo all’assurdo: per il cane l’abbandono equivale al maltrattamento, per il bambino no… Comunque, l’articolo potete leggerlo qui sotto:

http://roma.repubblica.it/cronaca/2012/12/27/foto/abbandona_cane_malato_denunciato_dall_enpa-49524718/1/

Questo è uno dei tanti casi che si riscontrano, quando si parla di animali e persone, leggendo i nostri quotidiani e guardando la tv. E’ un esempio, per quanto mi riguarda, di una società che ha perso qualsiasi valore etico e morale di riferimento; una società impazzita e allo sbando: in cui è legittimo sdegnarsi per l’abbandono di un cane trattando il colpevole come un criminale, mentre il giudizio è sospeso nei confronti di quella madre che ha buttato il proprio figlio nel water come fosse un escremento. Ergo: chi ha abbandonato il cane è un criminale e deve essere punito severamente, mentre il bambino abbandonato negli escrementi umani non merita tale difesa anzi, la madre va capita e protetta. Ci si preoccupa addirittura della sua salute senza esprimere un pure minimo giudizio morale sulla faccenda e sul gesto criminale.

Cercano di inculcare nella testa delle persone che è molto più grave abbandonare un cane rispetto a un neonato. In realtà la situazione dovrebbe essere invertita: la madre dovrebbe essere duramente condannata per avere lasciato il neonato in mezzo agli escrementi in cui ha rischiato di ucciderlo, e la persona che ha abbandonato il cane dovrebbe essere giudicata in maniera più lieve, considerando la situazione economica (con la crisi economica molte persone non riescono più a mantenere i propri animali domestici).

Mi pare di vivere un incubo, in cui il mondo va al contrario e la vita umana conta meno di un cane. E io –  povero ingenuo – mi illudevo di vivere nella parte avanzata della Terra. Se questa è la civiltà, siamo già nella barbarie.

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Politica, Società e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Quando la vita di un cane vale più di un bambino

  1. Stefania ha detto:

    Sono d’accordo con Emilia, la società sta impazzendo! Io penso comunque che chi ha questa propensione morbosa nei confronti degli animali e tanto odio verso i propri simili, ha gravi problemi di adattamento ambientale: del resto l’animale non può rispondere, non può controbattere e, anche se trattato male, ti sarà sempre fedele. Sono patologie queste, non modi di pensare. Spero in un ravvedimento del pensare comune, prima o poi, perchè se andiamo di questo passo …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...