“Sta scherzando Mr. Feynman!” – Richard P. Feynman

Striscione posto dai suoi studenti al Caltech di Pasadena dopo la sua morte

Esilarante e divertentissima autobiografia di un grandissimo ed eccentrico fisico teorico americano del Novecento, Richard Feynman. Il libro descrive le avventure del fisico dalla nascita fino agli anni Settanta circa. Si passa dagli input del padre che gli hanno consentito di imparare a ragionare, alla passione per le percussioni (suonava il bongo). Dall’avventura a Los Alamos, nei laboratori per la costruzione della bomba atomica, alla vita universitaria, dalle case da gioco di Las Vegas, a un periodo di insegnamento in Brasile, a Rio de Janeiro. Naturalmente si parla anche di fisica teorica e scienza in generale. Feynman si è interessato per alcuni anni anche alla biologia molecolare.

Come scienziato ha sviluppato l’elettrodinamica quantistica grazie alla quale nel 1965 vincerà il premio Nobel (per lui fu più una seccatura che altro). Partendo dalle sue scoperte, si svilupperà in seguito un nuovo campo di studi: le nanoparticelle.

Nel 1986, ma questo non è scritto nel libro, Feynman verrà interpellato sul disastro dello Space Shuttle Challenger, esploso poco dopo il decollo in cui vi persero la vita i sette scienziati a bordo. Ebbene, il nostro scoprì che il disastro fu causato da una vite difettosa.

Muore all’età di 70 anni, nel 1988.

Richard P. Feynman, Sta scherzando Mr. Feynman!, Zanichelli (1985)

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Libri e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...