Fornero e gli amici del governo: quando i milionari comandano

Molta gente si indigna e si stupisce delle ripetute battute rivolte contro i giovani e le persone che cercano un posto fisso, o magari più sicuro, da parte di esponenti del governo: da Padoa Schioppa alla Fornero. La cosa non mi stupisce affatto. Negli ultimi anni c’è stata una rottura totale di rappresentanza tra i governanti e i cittadini. Con il governo tecnico abbiamo toccato il fondo. Quasi tutti i ministri hanno dichiarato più di un milione di euro, la Severino addirittura 7 milioni! Chiarisco che non ho nulla contro la ricchezza se guadagnata in modo onesto, ma rimango perplesso che un gruppo di milionari possa davvero governare bene uno Stato. Da qui le continue gaffe dei vari ministri e sottosegretari; i continui tagli della spesa pubblica fatti a discapito soprattutto delle persone meno abbienti; tagli dell’Irpef a vantaggio delle classi più ricche ecc.

Questi ministri quando parlano dei giovani è come se vedessero i loro figli, ricchi, laureati, spesso e volentieri viziati. Perché è l’ambiente che conoscono, non sanno nulla della vita reale che vivono milioni di italiani non milionari come loro. Sono dei privilegiati e molto probabilmente non se ne rendono conto, tant’è sono assuefatti a quel ambiente. Non fanno la spesa con noi, come fanno i politici del nord Europa, non viaggiano in normali auto, non frequentano le trattorie del “popolo”. No, non fanno nulla di tutto ciò. Sono persone invisibili, delle entità extrasensoriali, lontane e inavvicinabili, spesso con la boria dei professori universitari abituati a dare lezioni a tutti, senza contraddittorio.

Quindi nessuna meraviglia. Semmai dobbiamo chiederci come sia stato possibile che questo avvenisse. Perché le solite persone provenienti dalle solite classi privilegiate debbono governare un popolo che fa vita altra, che spesso arranca impoverito e sfiduciato, che ha smesso di sperare nel futuro giacché nel governo non vede altro che distacco aristocratico e boria smisurata: il ghe pensi mi elevato al quadrato.

Questi non sono tempi interessanti ma semmai tempi finiti. L’epoca feudale è tornata in auge, ma molto più violenta di prima e senza nessun beneficio per i moderni plebei.

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Politica, Società e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...