Le notti d’ottobre – Gérard de Nerval

Le notti d’ottobre è un libro di meno di 50 pagine, pubblicato a puntate, nel 1852, nel giornale L’Illustration. Un viaggio preparato con cura ma mancato, si tramuta in una

Gérard de Nerval

Gérard de Nerval

perlustrazione a tappeto della Parigi meno appariscente. Preparatevi a viaggiare nei boulevards, nei caffè, nelle sale da ballo e nei postriboli della Parigi dell’epoca. Si avvicina a tutti: prostitute, ubriaconi, venditori abusivi, derelitti di ogni genere in una descrizione tra l’onirico e il reale. A volte i due piani si confondono, nella foschia mai chiara e oscura della Parigi crepuscolare. Nerval descrive, nella sua estrema sensibilità, ciò che viene trascurato dagli storici e dai poeti: l’archeologia dell’irrilevante, come è stata definita da Mariolina Bongiovanni Bertini.

Ecco un incubo tormentoso di una lunga serie:

“I piccoli gnomi cantano così:

[…] L’infelice si sveglierebbe solo per morire di uno sbocco di sangue, che l’università definirebbe versamento al cervello, e saremmo noi sotto accusa, lassù. Dei immortali! fa un movimento, respira a fatica. Richiudiamo la scatola ossea, con un ultimo colpo di follone – sì, di follone! Il gallo canta, l’ora batte… Se la caverà con un mal di testa… Era necessario!” 

Gérard de Nerval fu trovato morto impiccato in una strada di Parigi, nel 1855. Aveva solo 47 anni.

Gérard de Nerval, Le notti d’ottobre, Lindau (2002)

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Libri, Poesia e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...