La grande sete – Charles Fishman

Che l’acqua sia il grosso problema che dobbiamo affrontare, oggi e nel futuro, è ormai appurato; ma non è così scontato sapere in che modo risolvere la questione. Fishman viaggia ai quattro angoli della Terra per scrivere questo libro: ricchissimo di dati, di numeri e di interviste con professionisti del settore idrico, dà un quadro più che esauriente alla questione. Dall’Italia a Las Vegas, dall’Australia al Medio Oriente il problema è sempre lo stesso: l’acqua. L’autore sviscera tutte le problematiche connesse all’acqua in rapporto con la politica e la mentalità delle persone.

Un esempio su tutti. Australia: Toowoomba città dello Stato del Queensland, 120.000 abitanti e con un grave problema idrico, come d’altronde tutta l’Australia. Negli ultimi anni le precipitazioni sono calate vertiginosamente e l’economia australiana, basata sull’allevamento di pecore (ci sono più pecore che abitanti), sulla coltivazione di cotone, arance, grano e addirittura riso (in una delle regioni più aride del mondo) ecc., ha comportato un grossissimo dispendio di acqua, di per sé già molto scarsa. Toowoomba si ritrova travolta, soprattutto dal 2000 in poi, in questa grave crisi. Come pensa di risolvere il problema idrico il sindaco della città? Costruendo un depuratore che possa riciclare il 100% delle acque fognarie (esistono impianti del genere in California e a Las Vegas, così come in altre parti del mondo). Il sindaco, nella sua arroganza, gestisce malissimo tutta la vicenda, si rifiuta di incontrare i cittadini e cerca di imporre dall’alto le sue scelte. In città si scatena una baraonda di cittadini indignati da questa proposta. Nasce un partito di opposizione chiamato CADS, ovvero Citizens Against Drinking Shit (cittadini contrari a bere merda). Nonostante le rassicurazioni degli scienziati sulla sicurezza, purezza e potabilità dell’acqua riciclata, del progetto non se ne fa più nulla. Viene bocciato tramite un referendum indetto nella città, nel 2006. Dal 2009 è in funzione una conduttura lunga 38 Km che porta l’acqua in città da una vasta rete idrica. Hanno, per adesso e con costi enormi, risolto il problema.

Questa vicenda, oltre ad avere un impatto importantissimo sulla vita delle persone, ha dei risvolti psicologici molto importanti e scava nelle paure e fobie più recondite

dell’Homo sapiens. I politici dovrebbero assolutamente leggerlo. Potrebbe risultare molto utile leggere questo libro anche per gli psicologi e i mediatori sociali. In definitiva: è un libro importantissimo, molto documentato e ben scritto.

Charles Fishaman, La grande sete, Editore Egea (2011)

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, Economia, Politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a La grande sete – Charles Fishman

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...