Il gatto – Baudelaire

Avanti e indietro va nel mio cervello,
come se passeggiasse dentro casa,
un gatto forte, dolce, da innamorarsi bello.
Quando miagola, lo si sente appena,

tanto il suo timbro è tenero e discreto;
ma sia d’ira o di calma la sua voce,
sempre è ricca e profonda.
Ed è questo il suo incanto, il suo segreto.

La sua voce che stilla, che s’insinua
del mio essere nel fondo tenebroso,
mi colma come un verso numeroso
e come un filtro mi dà gioia.

Mette a dormire i mali più crudeli,
ogni estasi contiene;
per dire la più lunga delle frasi
non le servon parole.

Non c’è archetto che morda
il perfetto strumento del mio cuore
né così regalmente
faccia vibrare la sua corda estrema

come fa la sua voce, gatto misterioso,
gatto strano e serafico
e tutto, come un angelo,
altrettanto sottile che armonioso!

I fiori del male – Charles Baudelaire

Informazioni su emilianorizzo

Curioso delle cose del mondo e dell'universo.
Questa voce è stata pubblicata in Poesia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...